Come ricevere l’indulgenza plenaria nel Giubileo Parrocchiale

La Penitenzieria Apostolica, in virtù delle facoltà concesse da Papa Francesco, accolta la richiesta di S.E. Mons. Calogero Peri, Vescovo di Caltagirone, e del Rev.do Don Matteo Malgioglio, parroco di S. Domenico Savio in Scordia, benignamente concede, in occasione del giubileo della stessa parrocchia, dal giorno 21 dicembre 2017 al giorno 25 novembre 2018, l’indulgenza plenaria ai fedeli veramente pentiti e mossi dalla carità, alle solite condizioni: confessione sacramentale, comunione eucaristica, preghiera per le occasioni del Papa.

L’indulgenza, che può essere applicata anche per le anime del Purgatorio a modo di suffragio, si riceve se:

  1. ci si reca in pellegrinaggio nella chiesa di S. Domenico Savio e si partecipa alle celebrazioni giubilari.
  2. si sosta in preghiera almeno per un congruo spazio di tempo, facendo una meditazione spirituale, da concludere con la recita del Padre nostro, del Credo, e di qualche invocazione alla Madonna e a San Domenico Savio.

Gli anziani, i malati e le persone impedite da grave causa ad uscire di casa possono lucrare l’indulgenza se, alle solite condizioni, detestato il peccato, si uniscono spiritualmente alle celebrazioni giubilari. Pertanto, la Penitenzieria chiede al parroco e agli altri sacerdoti la pronta e generosa disponibilità a celebrare il sacramento della penitenza.

Condividi questo post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *