Norme per l’amministrazione dei sacramenti

In vista del prossimo tempo di Pasqua, normalmente dedicato all’amministrazione dei sacramenti dell’iniziazione cristiana, riteniamo importante dare alcune informazioni al riguardo.

Secondo le norme della Chiesa (R.I.C.A., n. 19), la preparazione al Battesimo degli adulti o “catecumenato” deve svolgersi “in un periodo di tempo piuttosto lungo”. La catechesi “deve essere disposta per gradi e presentata integralmente, adattata all’anno liturgico”, affinché il catecumeno arrivi a una “conveniente conoscenza dei dogmi e dei precetti della Chiesa, e a un’intima conoscenza del mistero della salvezza”. Per queste ragioni, chiunque chieda il battesimo degli adulti deve disporre il suo animo a percorrere “almeno” UN ANNO di cammino. Inoltre, secondo la legge canonica (CIC, 867/1), qualora si voglia dare il battesimo ai bambini, se possibile lo si faccia “al più presto dopo la nascita”, entro le prime SETTIMANE di vita.

Infine, secondo la prassi pastorale vigente a Scordia, i due turni del corso in preparazione alla cresima degli adulti, della durata di quattro MESI, si svolgono esclusivamente da ottobre a maggio: pertanto, le richieste di iscrizione successive al mese di maggio saranno riferite al corso di ottobre. Grazie per l’attenzione.

Condividi questo post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *